La Giornata Nazionale del Restauro a Palazzo Ducale di Sassuolo

Palazzo Ducale di Sassuolo , Soprintendenza BSAE Mo-Re

7 dicembre, 2014 - Mostra - Visite guidate - Conferenza

7 DICEMBRE 2014, GIORNATA NAZIONALE DEL RESTAURO

APERTURA STRAORDINARIA DEL PALAZZO DUCALE DI SASSUOLO:
visite guidate al Centro di raccolta e cantiere di pronto intervento;
ingresso gratuito agli appartamenti ducali e alla mostra “Un ospite illustre”;
presentazione del restauro del trittico di San Felice di Bernardino Loschi (1500)  

Domenica 7 dicembre, in occasione della Giornata nazionale dell’archeologia, del patrimonio artistico e del restauro, sarà possibile visitare il Centro di raccolta e cantiere di primo intervento sulle opere colpite dal sisma del 2012, avviato presso Palazzo Ducale di Sassuolo grazie anche al contributo della Fondazione della Cassa di Risparmio di Modena. Il personale della Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoatropologici di Modena e Reggio Emilia e i restauratori attivi nel Centro guideranno il pubblico nei laboratori e attraverso i depositi ospitati al piano terra di Palazzo Ducale.

Grazie all’apertura straordinaria organizzata in collaborazione con il Comune di Sassuolo, per tutta la giornata saranno inoltre visitabili gli appartamenti ducali al piano nobile della residenza estense, le sontuose sale stuccate e affrescate da Jean Boulanger e i suoi collaboratori e la mostra “Un ospite illustre”, nella quale è esposta una ridotta selezione di dipinti della Galleria Estense di Modena, fra cui la Flora di Carlo Cignani, i dipinti di Tintoretto per Ca’ Pisani a Venezia e inoltre la pala restaurata di Dosso Dossi raffigurante la Madonna col Bambino e i santi Sebastiano e Giorgio.

Alle 11.30, nella sala delle conferenze, verrà presentato il restauro appena concluso del trittico realizzato nel 1500 dal parmense Bernardino Loschi, pittore di corte di Alberto Pio di Carpi, per la chiesa parrocchiale di San Felice sul Panaro. Si tratta di una delle opere più significative del patrimonio artistico della Bassa modenese, divenuta simbolo dell’azione di tutela svolta dalle strutture territoriali del MiBACT sotto il coordinamento dell’Unità di Crisi istituita presso la Direzione Regionale.
Il trittico è infatti stato salvato dal crollo dell’abside della chiesa in cui si trovava da un tempestivo intervento, compiuto in collaborazione con i Vigili del Fuoco, prima della scossa del 29 maggio del 2012.Tutte le iniziative sono a ingresso gratuito.

Scarica l’invito e il programma.
Dossier della Gazzetta di Modena sul Centro di raccolta di Sassuolo:
Versione online
Scarica PDF

Vai alla ricerca