SOPRINTENDENZA PER I BENI STORICI ARTISTICI ED ETNOANTROPOLOGICI DI MODENA E REGGIO EMILIA

 

 

Per effetto del regolamento di organizzazione del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, adottato con DPCM 29 agosto 2014 n. 171, e dei relativi decreti attuativi, la Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia è soppressa e le competenze sui beni storico artistici delle province di Modena e Reggio Emilia sono assunte dalla Soprintendenza per le Belle Arti e il Paesaggio di Bologna, Modena, Reggio Emilia e Ferrara.
 
In attesa della definizione della nuova pianta organico, rimangono temporaneamente in vigore le competenze sui singoli comuni dei funzionari dell’ex Soprintendenza. 
 
A seguito della riforma la Galleria Estense è inserita fra i venti maggiori musei italiani dotati di autonomia speciale.
Ad essa fanno capo il Museo Lapidario Estense e il Palazzo Ducale di Sassuolo.
 

 

 

 

RSS